Password addio, Apple brevetta il riconoscimento facciale

Apple sostituisce la password con il riconoscimento facciale

Apple ha brevettato un sistema di riconoscimento facciale per l’autenticazione che non è influenzato da fattori luminosi

Da diverso tempo le grandi aziende del web stanno cercando di trovare un’alternativa alle password alfanumeriche, ora considerate fin troppo vulnerabili. Apple ha risolto il problema inserendo un lettore di impronte digitali sui propri iPhone (Touch ID) ma ha deciso di andare anche oltre. La Mela ha infatti brevettato un sistema di riconoscimento facciale per l’autenticazione molto più efficiente rispetto alle attuali soluzioni.

Apple: riconoscimento facciale per accedere ad iPhone

Apple, che permetterà a chiunque di pubblicare app per Apple Watch, ha depositato presso l’ufficio brevetti statunitense (USPTO) i progetti per una nuova tecnologia chiamata “Low Threshold Face Recognition”. Questo particolare sistema di riconoscimento facciale è in grado di eliminare alcune problematiche che impediscono di utilizzare i tratti somatici come chiave di sicurezza per accedere ai device mobile. La tecnologia di Apple, che sta cercando di espandersi in Cina grazie a Foxconn, funziona in modo efficace anche in condizioni luminose non ottimali (buio, luoghi chiusi, condizioni atmosferiche sfavorevoli) e non è influenzata da fattori come la distorsione biometrica. In futuro potremo quindi accedere al nostro iPhone inquadrando il nostro volto con la fotocamera come un classico selfie.

Apple non è l’unica azienda che sta cercando una soluzione diversa dalle password. Motorola ha pensato a tatuaggi e pillole hitech per l’autenticazione mentre Google, che ritiene che il sistema alfanumerico sia già oggi obsoleto, ha pensato alla biometria vocale come mezzo per accedere ai propri servizi o device. C’è anche chi ha pensato di utilizzare il battito cardiaco invece delle password. Alibaba, invece, ha anche lui scelto come Apple il riconoscimento facciale e alla TED Conference ha mostrato un sistema in grado di effettuare pagamenti contacless attraverso un selfie.

Leggi anche:  TikTok, scoperta una nuova vulnerabilità